Home » LA STORIA

LA STORIA

............LA NOSTRA STORIA 36 ANNI INSIEME...............A VOI................

  

LA STORIA 

 

1979  Nasce l’Agostogorghense per un’intuizione di A. Bertapelle che con alcuni volontari della festa di S. Antonio a sala di sotto e alcuni volontari del all’ora  a.c. Gorghense organizzò la prima sagra paesana di Gorgo al Monticano con una struttura provvisoria per mangiare e una pista di legno per ballare nel “campetto del prete”. 

1982  L’Agostogorghense cambia la sede dei festeggiamenti e si trasferisce presso il campo sportivo “nuovo” (sede attuale) sempre con strutture temporanee: il capannone era preso a noleggio dal gruppo Bianco Azzurro di Navolè mentre il bar era provvisorio nella sede del a.c. Gorghense e con un prolungamento provisorio in legno. Come attrattiva per il publico venne inventata la " roda con el cunicio" una ruota che al postodella pallina aveva un coniglio che doveva entrare in una casella numerata, il primo intratenitore fu L. Canavesi sostituito dopo pocchi anni da S. Favero. 

1984  A. Bertapelle lascia la direzione dell’Agostogorghense per motivi personali sembrava la fine del gruppo. 

Due persone D. Canevese e R. Brentegani s’incaricarono di sondare fra le persone rimaste del gruppo (la riunione avvenne nell’allora pizzeria a Gorgo dei molini “dal rosso”) se ci fosse la volontà di continuare nel portare avanti quello che era stato fatto in tutti questi anni. La riunione fu positiva e il gruppo incaricò le due persone sopra citate a organizzare e prendere contati con i fornitori per preparare la sagra e di traghettare il gruppo fino alla nomina di un nuovo presidente. In quell’anno nasce il nuovo (e ancora attuale) logo dell’Agostogorghense. 

1986   Viene eletto presidente V. Battistella già presidente dell’a.c. Gorghense (ex squadra di Gorgo) e lo stesso anno viene inserito nel programma dei festeggiamenti “ la serata del pesce “ Tale serata divenne un punto fondamentaledei festeggiamenti. Organizzata con la società "la carpa" e" i pescatori di Caorle" che fino a quell’anno organizzavano la festa in modo autonomo.

1988   Durante il periodo di sagra di quell’anno una tromba d’aria investe la zona dei festeggiamenti sradicando letteralmente il capannone con i suoi plinti in cemento. I volontari lavorarono tutta la notte, chi in officina a riparare la struttura di ferro, chi nel piazzale per sistemare i plinti e recuperare il materiale disperso, chi risistemando la parte provvisoria del bar. La sera dopo i festeggiamenti ripresero come se non fosse successo nulla perdendo solo una serata.  

1989  Dopo la peripezia dell’anno precedente, il presidente V. Battistella volle fortemente e appoggiato da alcune persone del comitato costruire una sede fissa per i festeggiamenti. L’opera fu sostenuta per la parte burocratica dal comune,  la manodopera fu sostenuta dal volontariato che la realizzò in un tempo record di novanta giorni funzionante in ogni reparto, gli ultimi ritocchi furono fatti il giovedì sera; il venerdì iniziarono i festeggiamenti, mentre la parte economica fu anticipata dal presidente e restituita ratealmente dal comitato Agostogorghense nei quattro anni successivi. L’opera fu chiamata “Centro Polivalente” attuale sede dei festeggiamenti dell’Agostogorhense e sede anche della Pro Loco di Gorgo per organizzare e gestire eventi in collaborazione con le altre associazioni del paese.Venne sostuita la "roda con el cunicio" con "la ruota della fortuna", l'intratenitore era L. Gerardo e distribuì biciclette a tutta Gorgo e dintori.

1990   Altra grande novità fu che per la prima volta nella zona di Gorgo al Monticano e limitrofe viene introdotto l’ordine del tavolo tramite computer, una rivoluzione nell’ambito della sagra, ma ora copiato da tutte.             

1991   Vienne presentato, da uno del gruppo in occasione della serata del pesce un digestivo tipico in quel periodo del ristorante “Villa Revedin” di Gorgo mantenendo la ricetta dell' allora barista E. De Carli ," el Sgropin " Il successo fu talmente inaspettato che fu replicato nelle serate successive e  tutt'ora punto forte del bar e viene copiato in tutti i modi e gusti prendendo il nome italianizzato "sgroppino". 

1993  Un’ulteriore novità per i nostri clienti, proposta dalla stessa persona del gruppo prendendo spunto da alcune trattorie friulane, per la prima volta nella nostra zona viene presentato un piatto unico ( nello stesso, in modo separato, il primo, il secondo, il contorno e il formaggio) chiamandolo “Piatto Agostogorghense”,che è tutt'ora il piatto principe del nostro menù.  

1995   Viene inaugurata dal sindaco e ora senatore Vallardi la prima fiera di S.S. Ippolito e Cassiano : il 1° anno tutta la giornata, 2° anno solo pomeriggio e dal 3° anno sotto la responsabilità di M. Franzin solo in notturna suscitando un grande interesse di pubblico, formula ancora funzionante. 

1996   V. Battistella lascia la dirigenza dell’Agostogorghense per disaccordi con il comitato e gli subentra F. Vettori che, con il gruppo rimasto più alcuni nuovi volontari, riforma il comitato. Nello stesso anno vengono ripristinate due vecchie tradizioni dopo circa vent’anni che non venivano più fatte: La pesca di beneficenza e i fuochi d’artificio la sera del 13 Agosto, festa dei S.S. Ippolito e Cassiano patroni del paese. 

 

1997   Viene ampliato il salone con la struttura estiva, costruito il bar esterno fisso, ingrandita la pista di pattinaggio, rifatto il palcoscenico. 

1998   Nuova tragedia nella storia dell’Agostogorghense durante una serata di sosta va a fuoco la parte delle cucine esterne con il magazzino adiacente distruggendo tutto e deteriorando in parte il salone con la rispettiva copertura. Anche qui si manifesta tutta la forza di volontà del gruppo, dopo aver lavorato per tutta la notte con i vigili del fuoco e  tutta la giornata senza sosta, la sera Agostogorghense era funzionante in tutti i suoi reparti. 

2000   Quest’anno va diviso in tre parti: 

            In data 4 Febbraio si sono riuniti in assemblea i soci del comitato festeggiamenti e hanno deciso di darsi uno statuto, approvandolo all’unanimità e rendendolo subito operativo. 

            In data 12 Settembre richiesta d’iscrizione all’albo comunale delle associazioni e accattata dal comune. 

            In data 1 Ottobre in collaborazione con la Pro Loco di Gorgo viene firmato il concordato con il comune per la realizzazione del “ Progetto Verde “, da  attuare entro dieci anni dalla firma della convenzione a spese dei comitati rispettando il progetto. 

2004   Altra novità di rilievo per il stand gastronomico per la prima volta viene proposto la serata con “spiedo gigante” che parte discretamente, ma prende sempre più piede. 

2007   Viene incluso nelle serate la prima festa country che verrà abbinata alla serata dello spiedo gigante conseguendo un buon successo. 

Dal lontano 1979 quando nacque l’Agostogorghense il gruppo di volontari di circa 25 soci è aumentato fino ad arrivare ai giorni nostri con circa 100 soci: da una struttura precaria di all’ora,si passa ad una struttura fissa che quasi tutti i comitati circostanti ci hanno prima invidiato e poi copiato; dal stand solo gastronomico , con la pista da ballo in legno e il complesso che suonava sopra un rimorchio, all'attuale stand enogastronomico, bar provvisto di tutto, stand della birra con Wurstel, hamburger e patatine, pesca di beneficenza, pista da ballo in cemento e palco fisso per i complessi. L’unica cosa  rimaste da allora fino ai giorni nostri è la cortesia e l’efficienza del gruppo ’Agostogorghense.           

LA TRADIZIONALE SAGRA PAESANA

MANIFESTO 2018

LA TRADIZIONALE SAGRA PAESANA

LOCANDINA CALICI DI STELLE

LA TRADIZIONALE SAGRA PAESANA

SERATA DEL PESCE

LA TRADIZIONALE SAGRA PAESANA

AGOSTOGORGHENSE "OFFICIAL"

LA TRADIZIONALE SAGRA PAESANA

PRO LOCO GORGO AL MONTICANO

LA TRADIZIONALE SAGRA PAESANA

COMUNE DI GORGO AL MONTICANO

LA TRADIZIONALE SAGRA PAESANA

GRUPPO SPORTIVO UFO

LA TRADIZIONALE SAGRA PAESANA

TREVISO EVENTI

LA TRADIZIONALE SAGRA PAESANA

RADIO CANALE ITALIA

LA TRADIZIONALE SAGRA PAESANA

sapori e sagre

LA TRADIZIONALE SAGRA PAESANA

Calici di Stelle